Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Trova Concertiapri calendario
Iscriviti alla newsletter
aziende & sponsor
sostieni l'accademia
Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Auditorium Parco della Musica di Roma
Viale de Coubertin
Auditorium Parco della musica

Concerto d'inaugurazione Stagione 2019/2020

CONCERTO D'INAUGURAZIONE STAGIONE 2019/2020
Orchestra e Coro dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Coro del Teatro di San Carlo
Banda Musicale della Polizia di Stato

Antonio Pappano direttore
Javier Camarena tenore

Berlioz Grande messe des morts

 

??? Paragrafo[2]/Immagine/Link ???

A centocinquant'anni dalla scomparsa, il mondo musicale rende omaggio a Hector Berlioz. L'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, inaugura la Stagione 2019/2020 con una imponente esecuzione della Grande Messe des morts "Requiem op. 5" che vedrà impegnati l'Orchestra e il Coro dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia diretti da Antonio Pappano, il tenore messicano Javier Camarena e il Coro del Teatro San Carlo di Napoli.

La nascita della Grande Messe des morts è legata a una commissione del governo francese. Nel 1837, su richiesta del ministro degli Interni De Gasparin, fautore della ripresa del genere religioso in musica e sostenitore di giovani compositori, Berlioz - che all'epoca aveva 34 anni - si accinge a scrivere un Requiem in onore del generale Mortier, ucciso nel 1835 durante un attentato ai danni di Luigi Filippo. Completato il lavoro nell'arco di soli sei mesi, Berlioz si trovò tuttavia di fronte a un ripensamento dei suoi committenti che decisero di sospendere le commemorazioni per il generale. Il cambiamento di programma non fece desistere il compositore dal promuovere l'opera, proponendo che fosse dedicata alla memoria di un altro eroe, il generale Damrémont caduto in Algeria.

Opera monumentale per l'eccezionalità dei mezzi messi in campo e per l'originalità dell'ispirazione che la pervade, la Grande Messe può essere paragonata a una cattedrale gotica dove l'imponenza della struttura si coniuga con la delicatezza di ogni elemento che così valorizza tutto l'insieme. La partitura è sorprendente, piena di sfaccettature sonore, cangiante e ricca di riflessi timbrici inusuali determinati dalla combinazione e dalla dislocazione spaziale dei fiati che determinano effetti sonori tridimensionali e dall'uso sperimentale delle percussioni. Sin dalla prima esecuzione pubblica a Parigi, nella Cappella di Saint Louis des Invalides il 5 dicembre del 1837, il Requiem ebbe un effetto dirompente sul pubblico in ascolto, affascinato dalla potenza di questa composizione.
  
In occasione dei 150 anni dalla scomparsa del compositore
 
Ambasciata di Francia
 
Con il patrocinio dell'Ambasciata di Francia in Italia
 
Agora
 
Light partner
santacecilia.it
bibliomediateca.santacecilia.it
museo.santacecilia.it
SOCI FONDATORI DI DIRITTO
     
SOCI FONDATORI PRIVATI
         
PARTNER ISTITUZIONALI
   
SPONSOR DELLA STAGIONE
   
MEDIA PARTNER
   
     
© 2010 ANSC . TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI . CREDITS . POLICY DEL SITO
I campi contrassegnati con asterisco (*) sono obbligatori
Email *
nome
cognome
Messaggio *
Inserisci il testo dell'immagine *
I campi contrassegnati con asterisco (*) sono obbligatori
Tua Email *
Email Amico *
Soggetto Email *
Messaggio
Inserisci il testo dell'immagine *