Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Trova Concertiapri calendario
Iscriviti alla newsletter
aziende & sponsor
sostieni l'accademia
Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Auditorium Parco della Musica di Roma
Viale de Coubertin
Auditorium Parco della musica

Victor de Sabata

??? Paragrafo[1]/Immagine/Link ???
Victor de Sabata e l'Orchestra dell'Accademia di Santa Cecilia suonano per Papa Pio XII (Città del Vaticano, 1945)
??? Paragrafo[2]/Immagine/Link ???
Caricatura di Victor de Sabata e l'Orchestra di Santa Cecilia (Milo Nicolai, 1949)

Victor de Sabata (Trieste, 10 aprile 1892 – Santa Margherita Ligure, 11 dicembre 1967), di cui ricorre quest’anno il cinquantesimo dalla morte, è stata una figura leggendaria della direzione d’orchestra. 

De Sabata ebbe con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia un intenso rapporto di collaborazione salendo sul podio dell’Orchestra ceciliana ben 85 volte dal 1921 al ritiro avvenuto, per motivi di salute,  nel 1953. Fu anche accademico ceciliano, eletto il 27 dicembre 1934. A Santa Cecilia de Sabata diresse, tra le molte cose,  il ciclo delle Nove Sinfonie di Beethoven in una serie di Concerti beethoveniani appositamente dedicata a questi capolavori  e per la prima volta portò l’orchestra in una buca teatrale per quattro rappresentazioni dell’Otello di Verdi. Con l’Orchestra di Santa Cecilia effettuò inoltre una serie di registrazioni discografiche e una tournée in Svizzera e in Italia con un concerto alla Scala di Milano. Nonostante il ritiro prematuro la leggenda di de Sabata è rimasta viva negli anni e la sua arte direttoriale è stata di esempio per molti direttori della generazione dei Karajan, Giulini, Cantelli e Bernstein e costituisce ancora oggi un punto di riferimento tramandato dalle testimonianze e dalle registrazioni esistenti. De Sabata fu direttore moderno nelle scelte di repertorio nel quale accanto ai numi tutelari della grande tradizione tedesca  – Beethoven, Brahms e Wagner in particolare – trovavano posto pagine di Stravinsky, Prokofiev, Debussy e di autori italiani a lui contemporanei come ad esempio Ghedini. De Sabata fu inoltre compositore stimato ed eseguito sin dai primi lavori giovanili come la Suite Sinfonica e i tre poemi per orchestra: JuventusGethsemani La notte di Platone, la cui prima esecuzione assoluta avvenne all’Augusteo, il 25 novembre 1923 sotto la direzione dello stesso autore. 
 
Dal nostro archivio: recensione sul concerto dell'Orchestra dell'Accademia di Santa Cecilia diretta da Victor de Sabata (Alberto Gasco su "La Tribuna", dell'11 gennaio 1921) 
 

 

santacecilia.it
bibliomediateca.santacecilia.it
museo.santacecilia.it
SOCI FONDATORI DI DIRITTO
     
SOCI FONDATORI PRIVATI
       
     
PARTNER ISTITUZIONALE
 
SPONSOR DELLA STAGIONE
     
MEDIA PARTNER
   
     
© 2010 ANSC . TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI . CREDITS . POLICY DEL SITO
I campi contrassegnati con asterisco (*) sono obbligatori
Email *
nome
cognome
Messaggio *
Inserisci il testo dell'immagine *
I campi contrassegnati con asterisco (*) sono obbligatori
Tua Email *
Email Amico *
Soggetto Email *
Messaggio
Inserisci il testo dell'immagine *